Guida alla serie Ys

La serie Ys nasce nel 1987 ad opera della software house Nihon Falcom. Nonostante sia una serie molto longeva, di cui sono stati realizzati numerosi remake durante il corso degli anni, in Occidente quello di Ys è un brand sostanzialmente di nicchia.

Protagonista di tutti i capitoli ad eccezione di Ys Origin è Adol Christin, avventuriero dalla chioma rossa che fa da filo conduttore tra i vari giochi. Ogni capitolo, infatti, racconta una diversa avventura intrapresa dallo spadaccino in una delle regioni del mondo di gioco, una sorta di Europa medievale alternativa. La serie è accomunata anche da un gameplay action, dal ritmo frenetico e dinamico.

Orientarsi all’interno di questa serie può essere un’impresa: nel corso di tre decenni, si sono susseguite diverse piattaforme, tantissimi rifacimenti e re-release e persino capitoli sviluppati da terze parti (su licenza di Falcom).

Panoramica dei titoli principali

(Nota: viene indicato solo il primo release)

♦ Ys I: Ancient Ys Vanished (JP 1987; NA 1988)
♦ Ys II: Ancient Ys Vanished – The Final Chapter (JP 1988)
♦ Ys III: Wanderers from Ys (JP 1989; NA 1991)
♦ Ys IV: Mask of the Sun (JP 1993)
♦ Ys IV: The Dawn of Ys (JP 1993)
♦ Ys V: Lost Kefin, Kingdom of Sand (JP 1995)
♦ Ys VI: The Ark of Napishtim (JP 2003; NA-EU 2005)
♦ Ys: The Oath in Felghana (JP 2005; NA 2010; EU 2011)
♦ Ys Origin (JP 2006; NA-EU 2012)
♦ Ys Seven (JP 2009; NA-EU 2010)
♦ Ys: Memories of Celceta (JP 2012, NA 2013, EU 2013)
♦ Ys VIII: Lacrimosa of Dana (JP 2016, NA-EU TBA 2017)

Come potete vedere, non tutti i titoli sono stati localizzati. Vediamo più nel dettaglio ogni capitolo e, soprattutto, quali versioni sono a noi più accessibili.


Ys I & Ys II

Storia delle avventure di Adol a Esteria ed Ys

I primi due capitoli della serie Ys sono strettamente legati e, a livello di trama, si può parlare di un’unica storia divisa in due parti. Proprio per questo, questi primi due capitoli sono stati raccolti in compilation sin dal 1989; compilation che hanno ricevuto diversi remake e sono sbarcati su diverse piattaforme.

Ys I&II Chronicles è la versione tuttora più completa e reperibile. Basata sulla precedente compilation Ys I&II Complete, presenta la possibilità di scegliere tra tre colonne sonore diverse (Complete, Chronicles e l’originale del 1987) e due diversi art style (Complete e Chronicles). E’ stata localizzata in inglese da XSEED per PSP e successivamente per Steam (versione, questa, che presenta qualche aggiunta come il supporto controller e che è stata ribattezzata Ys I&II Chronicles+ per questo); i due capitoli sono stati inoltre rilasciati separatamente su Android (con localizzazione italiana di DotEmu, che non brilla per qualità).

Ys Reah 2

Ys Reah
Confronto tra i due diversi stili di artwork presenti in Ys I&II Chronicles


Ys III

Storia dell’avventura di Adol nella regione di Felghana

Il terzo capitolo della serie esiste in realtà in due diverse versioni: la prima è quella del 1989 Ys III: Wanderers from Ys pubblicata originariamente per TurboGrafx-CD e TurboDuo.

Ys III
Ys III: Wanderers from Ys presentava un gameplay sidescrolling che non fu molto apprezzato dai fan. 

La seconda versione è un remake uscito nel 2005 in Giappone e nel 2011 in Occidente (localizzato da XSEED) con il titolo di Ys: The Oath in Felghana.

Ys: The Oath in Felghana è un rifacimento totale dell’originale, fatto sul modello di Ys VI: The Ark of Napishtim per quel che riguarda grafica e gameplay. Trama e personaggi sono stati inoltre notevolmente approfonditi. Il titolo è disponibile in Occidente per PSP (PlayStation Store) e PC (Steam, GOG).


Ys IV

Storia dell’avventura di Adol nella regione di Celceta

Il quarto episodio della serie gode di una storia piuttosto particolare. Nel 1993, infatti, ne uscirono due diverse versioni: Ys IV: Mask of the Sun e Ys IV: The Dawn of Ys, nessuna delle due sviluppata da Falcom, ma bensì da due compagnie esterne, Tonkin House e Hudson Soft. Falcom canonizzò in un secondo tempo Mask of the Sun, dichiarando invece The Dawn of Ys una versione “alternativa” degli eventi di Celceta.
Tuttavia, dopo quasi vent’anni, Falcom decise di realizzare la propria versione dell’avventura di Adol a Celceta.

Ys: Memories of Celceta è un rifacimento di Ys IV, questa volta sviluppato interamente da Falcom, che rielabora l’avventura del giovane a Celceta. Il titolo è arrivato in Occidente localizzato da XSEED ed è tuttora esclusiva PSVita.


Ys V

Storia dell’avventura di Adol nella regione di Xandria

Ys V, uscito originariamente per SuperFamicon nel 1995, è l’unico capitolo della serie a non essere mai arrivato in Occidente. Ne esiste però una patch amatoriale.


Ys VI

Storia dell’avventura di Adol nelle isole di Canaan

Ys VI: The Ark of Napishtim fu inizialmente rilasciato in Giappone nel 2003 su PC, dopo otto anni in cui nessun nuovo capitolo della serie veniva sviluppato. In Occidente è arrivato prima grazie a Konami, con un porting per PlayStation 2 (2005) e uno per PSP (2006); nel 2015 è stata poi rilasciata su Steam e GOG una localizzazione di XSEED dell’originale versione PC, con grafica HD.

Differenze tra le varie versioni

Quando Konami localizzò il titolo per l’Occidente, facendone un porting per console Sony, introdusse anche diversi cambiamenti e aggiunte.

Versione PlayStation 2 (KONAMI)

○ Aggiunta del doppiaggio, sia inglese, sia giapponese; nella versione PAL, però, è contenuto solo quello inglese.
○ Le scene in stile anime sono rimpiazzate da FMV in CGI creati ad hoc;
○ Nuove zone da esplorare, chiamate “Alma’s Trials”;
○ Rimozione del sangue e di altri effetti “gore” per mantenere il rating basso;
○ I modelli di mostri e personaggi, anziché essere sprites pre-rendered come nella versione PC, sono realizzati con modelli poligonali 3D.

Adol nell’opening in CGI nella versione PS2…

Versione PSP (KONAMI)

Tutte le novità della versione PS2 non furono incluse in questa versione, ad eccezione della rimozione degli effetti gore. Questa versione presenta però delle quest aggiuntive che sbloccano alcuni minigame.

Entrambe le versioni Konami sono state inoltre tradotte in Multi5, italiano compreso.

Versione Steam/GOG (XSEED)

Questa versione è basata sull’originale versione giapponese, e perciò non include nulla di quanto introdotto da Konami. E’ però presente il supporto grafico HD.

Personalmente, tra le tre versioni arrivate in Occidente, consiglio quella PC di XSEED, la più vicina all’originale.


Ys Seven

Storia dell’avventura di Adol nel regno di Altago

Ys Seven è un capitolo che rivoluziona notevolmente il gameplay della serie, introducendo un party di personaggi giocabili da alternare al solo Adol.

In Occidente, è stato localizzato da XSEED ed è ad oggi un’esclusiva PSP (PlayStation Store).


Ys VIII

Storia dell’avventura di Adol nell’isola di Seiren

Ys VIII: Lacrimosa of Dana è l’ultimo capitolo della serie. Uscito nel 2016 in Giappone per PSVita e nel 2017 per PS4, è previsto in Occidente per il 2017, localizzato da NIS America per PSVita, PS4 e Steam.


Ys Origin

A differenza degli altri titoli della serie Ys, Origin non segue una delle avventure di Adol, bensì si ambienta centinaia di anni prima rispetto a Ys I.
In questo capitolo, sono presenti tre personaggi principali, a cui corrispondono tre storyline e tre stili di combattimento diversi.
Nonostante sia un prequel dell’intera serie, è altamente consigliato giocare a Ys Origin dopo aver completato Ys I&II.

Ys Origin è arrivato su PC (Steam, GOG) ad opera di XSEED. Nel 2017, è stato anche rilasciato su PS4 e PSVita con traduzione in Multi5 ad opera di DotEmu.


Da dove iniziare

Riassumendo, ecco un elenco dei capitoli più accessibili e recenti della serie, con relative piattaforme. La lista segue a grandi linee l’ordine di uscita nipponico dei titoli citati.

♦ Ys I&II Chronicles (PSP, PC, Android)
♦ Ys VI: The Ark of Napishtim (PC)
♦ Ys: The Oath in Felghana (PC, PSP)
♦ Ys Origin (PC, PS4, PSVita)
♦ Ys Seven (PSP)
♦ Ys: Memories of Celceta (PSVita)
♦ Ys VIII: Lacrimosa of Dana (PS4, PSVita, PC)

Come già detto in apertura, ogni capitolo costituisce un’avventura a sé del protagonista Adol, ad eccezione di Ys Origin. Si può sostanzialmente quindi iniziare da dove si vuole, dato che, tranne Ys I e Ys II che costituiscono un’unica storia, ogni capitolo è autoconclusivo. Non mancano riferimenti al mondo di gioco e ad eventuali avventure passate, oltre che personaggi ricorrenti; tuttavia, ogni capitolo è tranquillamente fruibile individualmente.

L’unico consiglio, già menzionato, è quello di giocare Ys Origin dopo Ys I&II.

– Gameplay –

Se volete priorità all’evoluzione del gameplay, i capitoli citati sopra presentano tre tipi di gameplay diversi.

• Bump SystemYs I&II Chronicles

Gameplay tradizionale della serie, che consiste letteralmente nel correre addosso i nemici. Nel II è stato raffinato, con l’aggiunta della magia. Questi giochi sono in 2D e con visuale dall’alto.

 

 

• Napishtim SystemYs VI: The Ark of Napishtim, Ys: The Oath in Felghana, Ys: Origin

Gameplay introdotto in Napishtim (da cui il nome), rielaborando notevolmente alcuni elementi in Ys V. La visuale resta dall’alto, ma Adol si muove ora in ambienti 3D e anche i personaggi sono costituiti da sprite pre-rendered in 3D.
Il giocatore dispone di più comandi: Adol può attaccare con la sua spada e saltare. Ogni capitolo ha inoltre feature particolari, che sbloccano attacchi speciali o magici.

 

• Party Ys Seven, Ys: Memories of Celceta, Ys VIII: Lacrimosa of Dana

Gameplay introdotto in Seven e per ora mantenuto. Il giocatore non controlla più solamente Adol, ma anche i compagni che si uniscono a lui nel corso dell’avventura. Come nei JRPG più tradizionali, il giocatore dispone di tre personaggi, di cui può alternare il controllo. Ogni personaggio brandisce un’arma diversa ed è specializzato in un diverso tipo di attacco: slash, pierce e strike. I nemici hanno debolezze differenti, e perciò alternare i personaggi a seconda di esse è la chiave per vincere.
Questi capitoli presentano anche un impianto più JRPG, con quest secondarie più numerose e una longevità decisamente superiore ai capitoli precedenti.

– Cronologia della serie –

La numerazione dei capitoli non corrisponde all’ordine delle avventure di Adol lì raccontate (e si rivela, anzi, fuorviante). Ecco qual è l’ordine cronologico dei capitoli principali:

♦ Ys Origin
 ♦ Ys I Ancient Ys Vanished
♦ Ys II Ancient Ys Vanished: The Final Chapter
♦ Ys: Memories of Celceta
♦ Ys: The Oath in Felghana
♦ (Ys V: Lost Kefin, Kingdom of Sand)
♦ Ys VIII: Lacrimosa of Dana
♦ Ys VI: The Ark of Napishtim
♦ Ys Seven


Spin-off

Nel corso degli anni, sono stati realizzati anche alcuni spin-off che hanno abbracciato altri generi.

• Ys Strategy (2006): spin off tattico sviluppato da Future Creates e pubblicato in Europa da Marvelous.

• Ys Online (2007): esperimento MMORPG ambientato in un futuro lontano. In Europa fu disponibile nel corso del 2009 per beta testing; tutti i server in oriente furono chiusi entro il 2012.

•  Ys VS Sora no Kiseki: Altenative Saga (2010): crossover con l’altra serie principale di Falcom, quella Trails/Kiseki. Si tratta di un picchiaduro che non è mai arrivato in Occidente.

(In continuo aggiornamento: ultimo aggiornamento 25/5/2017)

Fonti: Digital Emelas | Hardcore Gaming