— Guida alla serie Xeno

Quella degli Xeno è una serie di JRPG creata da Tetsuya Takahashi e sviluppata inizialmente da SquareSoft e successivamente da Monolith Soft. Non si tratta ufficialmente di una serie, in quanto i diritti di ognuna delle tre saghe di cui è composta sono sparsi tra vari publisher, nell’ordine Square, Namco e Nintendo.

Ad accomunare questi titoli, oltre al prefisso, è principalmente lo staff, ossia quella parte dello staff di Xenogears che lasciò Squaresoft per dare un futuro alla serie fondando Monolith Soft.

Si tratta di storie sci-fi o fantasy con forti influenze sci-fi in cui sono ricorrenti diversi temi come la psicologia e la psicoanalisi, la religione, l’ererno ritorno e il destino, ma non solo. 

Lo Zohar è uno dei simboli più importanti per l’intera serie

SAGHE

  • XENOGEARS

    Sviluppato e pubblicato da SquareSoft

  • Xenogears

    1998, Giappone; 1998, Nord America - PlayStation
    • Disponibile in Nord America anche su Playstation 3, Playstation Portable e Playstation Vita tra i Playstation Classics

Nato da uno script scartato di Tetsuya Takahashi e Kaori Tanaka (in arte Soraya Saga) per Final Fantasy VII, Xenogears doveva essere la quinta parte di una esalogia. Progetto che non fu mai portato a termine in quanto troppo ambizioso.

Xenogears narra una storia ricca di concetti ispirati alle filosofie di Nietzsche, Freud e Jung e a diverse religioni tra cui quelle ebraiche e cristiane.

Il protagonista è Fei, un ragazzo affetto da amnesia che viene esiliato dal villaggio in cui ha vissuto per tre anni in seguito ad un attacco della forza militare Gebler.

Si tratta di un JRPG il cui sistema di combattimento si basa sull’ATB, a cui vengono aggiunte feature particolari come l’uso dei Gears (i mecha del gioco) e le combo attraverso l’inserimento di sequenze di tasti.
Ad oggi, non è mai stato distribuito in Europa.
  • XENOSAGA

    Sviluppata da Monolith Soft e pubblicata da Namco

  • Xenosaga Episode I: Der Wille zur Macht

    2002, Giappone; 2003, Nord America - PlayStation 2

  • Xenosaga Episode II: Jenseits von Gut und Böse

    2004, Giappone; 2005, Nord America; 2005, Europa - PlayStation 2

  • Xenosaga Episode III: Also Sprach Zarathustra

    2006, Giappone; 2006, Nord America - PlayStation 2

Xenosaga nasce dalle stesse idee che avevano portato alla creazione di Xenogears e simboleggia una sorta di prequel spiritule per la precedente opera di Takahashi. Le citazioni durante l’intera trilogia sono infatti moltissime, ma la storia di Xenosaga può essere apprezzata senza problemi anche senza avere conoscenze pregresse della serie Xeno.

Anche in Xenosaga non mancano le tematiche psicologiche, filosofiche e religiose (non a caso i sottotitoli dei tre episodi sono un chiaro riferimento a Nietzsche), ma si tratta stavolta di una vera e propria space opera sci-fi.

Seguiamo le vicende di Shion, una ricercatrice della Vector Industries incaricata di sviluppare l’androide KOS-MOS necessario per combattere contro gli Gnosis, terrificanti e misteriose creature che attaccano le basi umane. 

Anche in questo caso, per quanto riguarda il gameplay ci troviamo davanti ad un JRPG a turni tradizionale, che però si configura diversamente nei tre episodi della saga. Una delle costanti è però la possibilità di fare combattimenti con i mech.

Anche nel caso di Xenosaga, la distribuzione in Europa non è stata delle migliori: ad arrivare da noi è stato solo Episode II insieme ad un DVD che riassume gli eventi del primo episodio, tutto unicamente in lingua inglese. 

Il successo del primo episodio di Xenosaga in Giappone diede vita ad alcuni spin off e progetti multimediali. Anche Xenosaga era stato ideato come esalogia, ma il progetto venne notevolmente ridimensionato a causa del poco successo del secondo episodio. 

Spin off

  • Xenosaga Freaks

    2004, Giappone - PlayStation 2
    • Visual Novel con alcuni minigiochi

  • Xenosaga: Pied Piper

    2004, Giappone - Telefoni Cellulari
    • Racconto del passato di Ziggy, uno dei personaggi del party

  • Xenosaga I & II

    2006, Giappone - Nintendo DS
    • Retelling degli avvenimenti dei primi due Xenosaga, contenente parte dei contenuti tagliati dalle release PS2 e nuovi artwork

Altri progetti

  • Xenosaga: The Animation

    2005, Giappone
    • Anime che narra gli avvenimenti di Episode I

  • Xenosaga: The manga

    2004, Giappone
    • Manga che narra gli avvenimenti di Episode I

  • Xenosaga II to III: A Missing Year

    2005, Giappone
    • Serie di video pubblicati unicamente in Giappone sul sito di Namco che narrano di un breve episodio avvenuto tra la fine di Episode II e l'inizio di Episode III

  • XENOBLADE

    Sviluppato da Monolith Soft e pubblicato da Nintendo

  • Xenoblade Chronicles

    2010, Giappone; 2012, Nord America; 2011, Europa - Nintendo Wii
    2015, Giappone; 2015, Nord America; 2015, Europa - Nintendo New 3DS (Versione 3D)
    2020, Giappone; 2020, Nord America; 2020, Europa - Nintendo Switch (Definitive Edition)
    • Disponibile anche su Virtual Console Wii U (Versione base)

  • Xenoblade Chronicles X

    2015, Giappone; 2015, Nord America; 2015, Europa - Nintendo WiiU

  • Xenoblade Chronicles 2

    2017, Giappone; 2017, Nord America; 2017, Europa - Nintendo Switch

  • Xenoblade Chronicles 2: Torna the Golden Country

    2018, Giappone; 2018, Nord America; 2018, Europa - Nintendo Switch

A differenza delle due precedenti, la saga di Xenoblade contiene titoli con storie e personaggi del tutto diversi e che possono essere giocati in modo indipendente tra loro. L’unica eccezione è Xenoblade Chronicles 2: Torna The Golden Country: si tratta di un prequel di Xenoblade 2, disponibile sia nel season pass del gioco base sia come gioco stand alone, ideato per essere giocato dopo le avventure raccontate nel suo sequel.

In Xenoblade, le tematiche filosofiche sono ancora presenti, ma decisamente meno esplicite.

Un’altra grossa differenza dai progetti precedenti è il gameplay, con una marcata componente esplorativa e un battle system più in stile MMO in cui il personaggio utilizza attacchi normali automaticamente e il giocatore controlla le sue arti.

DOVE INIZIARE

L’approccio ai capitoli più vecchi di questa serie, al giorno d’oggi, non è facile.

Xenogears non è mai stato portato ufficialmente in Europa e quindi non è presente su nessuno store europeo, ma se possedete una PSP, PS Vita o una PS3 e un account americano del Playstation Store potete trovarlo tra i Playstation Classics,

Discorso diverso è quello di Xenosaga: questa trilogia non ha mai visto una riproposizione su console successive a PS2 e non è quindi presente su nessuno store. Ricordiamo anche che in Europa è arrivato solo il secondo episodio.

Gli Xenoblade, invece, sono tutti titoli che possono essere recuperati facilmente, a patto di possedere la console di riferimento.

Personalmente vi consigliamo di cominciare da Xenoblade Chronicles nella sua Definitive Edition per Nintendo Switch: si tratta della versione migliore del gioco, con una grafica completamente rifatta, soundtrack rimasterizzata, tante migliorie di gameplay e un nuovo epilogo giocabile, “Un Futuro Comune”, ambientato in una regione di Bionis ancora inedita. Successivamente potete passare eventualmente prima a Xenoblade 2 e poi Torna o, se possedete una Wii U, a Xenoblade X.

I NOSTRI DIARI:

Xenoblade Chronicles X ~ Stuck on a different planet
Read More